Un manifesto per le donne

Da giovedì 14 febbraio

Il manifesto in formato digitale sarà scaricabile a questo link
http://viareggio.ilcarnevale.com/scarica-il-manifesto-contro-la-violenza-sulle-donne
al costo di partenza di 1 Euro il cui ricavato sarà destinato a creare un fondo per l’assistenza legale gratuita, anche in sede civile, delle donne vittime di violenza


Tanti gli artisti che si sono uniti all’invito della Città di Viareggio e della Fondazione Carnevale per  sostenere   il messaggio di "Un manifesto per le donne" dal Carnevale di Viareggio

E’ stato l’artista Giorgio Michetti a ideare il manifesto  immagine simbolo di questa iniziativa
Una settimana di iniziative che prenderà avvio in piazza mazzini a Viareggio giovedì 14 febbraio (ore 17.00)  con un flash mob, la   performance live One billiion Rising  2019 che si svolge in tutte le piazze del mondo che  invita a levarsi e insorgere contro la violenza con l’atto liberatorio della danza.

Nell’anno in cui il Carnevale di Viareggio rende omaggio alla donna e ne celebra il suo ruolo in tutti i settori della vita sociale,  le iniziative per lanciare un messaggio di non violenza proseguiranno poi sabato 16 febbraio con il Convegno "sulla violenza non si scherza…." e che vedrà protagoniste donne che ogni giorno si battono per contrastare le tante forme di violenza e che si adoperano con le istituzioni per dare loro  sostegno. Il convegno è coordinato da Ilaria Bonuccelli, capo redattore del quotidiano Il Tirreno che ogni giorno, dalle pagine del quotidiano denuncia gravi episodi di violenza a danno delle donne. Il Convegno, coordinato da Ilaria Bonuccelli vedrà gli interventi di   

  • Anna Loretoni, professoressa Ordinaria di Filosofia politica Scuola  Superiore Sant'Anna, Pisa Presidente del Forum per i problemi della pace e della guerra, Firenze
  • Gaetana Morgante, Professoressa diritto penale e Presidente Comitato Unico  di Garanzia - Scuola Superiore S.Anna; Valentina Bonini, ricercatore di diritto processuale penale presso l'università di Pisa, dipartimento di giurisprudenza; Gaia Simonetti Giornalista-lettura della lettera di una madre di una vittima (toscana) di femminicidio; Paola De Nicola, magistrata premio dell’Unione Europea Women Inspiring Europe” 2014
  • Angela Motta, Ex vittima di violenza-Il coraggio di dire basta; e  Vittoria Doretti Direttora Uoc promozione ed etica della salute Asl Toscana Sud Est, Responsabile Rete regionale Codice Rosa a cui la Fondazione Carnevale consegnerà il Premio Ondina, riconoscimento simbolo di questa edizione dedicata alla donna e intitolato alla maschera femminile del Carnevale di Viareggio. 

Una giornata di studi e di confronto con l’obiettivo di giungere ad una Carta di Viareggio  che intende anche aggiungere una  proposta di riforma del Codice Penaleche prevede l'inserimento tra i Delitti alla Persona di un Capo dedicato espressamente ai delitti di discriminazione basati sul genere della vittima. Si tratta di un progetto, a cui sto lavorando, avviato dall'Associazione dei Professori di diritto penale italiani e che coinvolge anche un giudice della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Si vorrebbe, infatti, prevedere espressamente che a chi commette reati contro le donne debba essere applicata una pena più grave ( attraverso la previsione di circostanze aggravanti e nuovi reati ad hoc) per il solo fatto di aver agito spinto da stereotipi di genere.

Documenti