NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE CARNEVALE, lo stato dell'arte

Viareggio, 6 maggio 2014

La necessità di una sua revisione nasce dalla legge di Spending review (n. 122 del 30 luglio 2010) che obbliga i Comuni a ridurre i componenti dei Consigli di Amministrazione delle Partecipate ed i loro compensi. Obbligo a cui si doveva adempiere alla prima data utile di rinnovo delle cariche. Per questo motivo, quindi, già sotto la presidenza Maglione la Fondazione Carnevale aveva avviato una discussione in merito al nuovo Statuto, conclusasi con l’approvazione da parte del CDA e del CDI dell’epoca. Nonostante questo, però, l’iter non fu proseguito con i passaggi previsti e, per questo motivo, l’entrata in vigore non si potè attuare. L’iter, poi, riprese sotto la presidenza Santini, di cui erano consiglieri tra gli altri Renzo Pieraccini e Maria Gallo, con approvazione da parte del CDA e del CDI l’11 dicembre 2011.

La scorsa estate l’Amministrazione Comunale Betti ha sottoposto alla Fondazione Carnevale una bozza di Statuto, di cui i Consigli uscenti hanno preso atto, demandando l’approvazione ai nuovi, insediatisi il 2 settembre 2013.

L’attuale Fondazione, dunque, ha completato il percorso, approvando il nuovo Statuto e inviandolo all’attenzione del Comune di Viareggio e della Regione Toscana.

 

In merito ai “Soci Partecipanti” il nuovo Statuto, all’articolo 5, prevede che: “Sono Soci Partecipanti le persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, singole od associate che, condividendo le finalità della Fondazione, contribuiscono alla vita della medesima ed alla realizzazione dei suoi scopi mediante contributi in denaro, annuali o pluriennali, con le modalità ed in misura non inferiore a quella concordata, anche annualmente, con il Consiglio di Indirizzo ovvero con un' attività, anche professionale, di particolare rilievo o con l'apporto di beni materiali od immateriali. I Soci Partecipanti  possono, con la stipula di una apposita convenzione, vincolare il proprio contributo a specifici progetti che rientrino nell'ambito dell'attività della Fondazione. I Soci sono tenuti ad adempiere alla prestazione fissata annualmente a loro carico dal Consiglio di Indirizzo. I soci partecipanti non hanno rappresentanti all’interno degli organi della Fondazione. Il Presidente del Consiglio di Indirizzo entro il mese di marzo di ciascun anno accerta chi sono i soci partecipanti in regola con il versamento annuale del contributo”.